Mondiali pista – A Roubaix torna il quartetto delle meraviglie.

I campioni olimpici dell’inseguimento a squadre maschile Lamon, Consonni, Milan e Ganna impegnati in mattinata nelle qualificazioni. Di scena anche le azzurre con Balsamo, Alzini, Consonni e Fidanza in gara poi nello scratch del pomeriggio.

ROUBAIX (19/10) – “La Condizione del gruppo è ancora molto buona. Sebbene siamo a fine stagione i ragazzi hanno tenuto la concentrazione giusta per arrivare ad un campionato del mondo”. Marco Villa, CT della pista maschile, chiarisce subito il motivo per il quale, anche al termine di una stagione impegnativa come questa (e ricca di soddisfazioni), l’appuntamento che va a cominciare domani, mercoledì 20 ottobre, è fondamentale.

“Questo sarà il calendario dei prossimi 4 anni e del prossimo biennio di qualificazione olimpica; dobbiamo prendere l’abitudine e capire come gestire la stagione per arrivare, anche in futuro, in condizione in questa fase della stagione.”

Se mai ci fossero dubbi, quindi, sulle condizioni degli Azzurri in Francia, il tecnico lombardo li fuga subito: da domani si fa sul serio. “Da campioni olimpici del quartetto dobbiamo onorare la specialità. Qui dovrò fare delle scelte per non commettere l’errore della scorsa settimana agli Europei.”

Confermato il gruppo che a luglio è volato a Tokyo con i “fantastici 4” che hanno portato a casa l’oro olimpico e il record del mondo: Francesco Lamon, Simone Consonni, Jonathan Milan e Filippo Ganna. Come è ormai tradizione, l’inseguimento a squadre aprirà il mondiale, con le qualifiche nella mattina di domani (via alle 13). Sarà fondamentale far bene da subito, per conquistare l’accesso nelle prime quattro e avere quindi l’opportunità di correre un primo turno in grado di portarci in finale.

Continua Marco Villa: “Nell’inseguimento individuale siamo, con Filippo Ganna e Jonathan Milan, i detentori dei 2 titoli internazionali (mondiale e europeo, ndr) della specialità. Avremo tre posti e farò correre anche Manlio Moro, alla sua prima esperienza in un Mondiale Elite”.

Torna ad un Mondiale Elia Viviani, che resta uno dei punti di riferimento del gruppo maschile anche nella pista. “Elia è stato campione olimpico nell’Omnium 5 anni fa e bronzo ad agosto a Tokyo sempre nella stessa specialità. Con un campione simile non possiamo che puntare al massimo. A lui piacerebbe correre anche l’Eliminazione e lo Scratch. Valuteremo assieme in questi giorni come fare, perché a me piacerebbe iniziare a lavorare sulla Madison, specialità Olimpica. A Parigi 2024 vorrei arrivare con una coppia in grado di puntare alla medaglia di specialità, con atleti rodati, senza doverla preparare solo negli ultimi mesi”.

Un occhio anche alle specialità veloci: “Dopo la buona prestazione agli Europei, il Km da fermo lo correrà Boscaro, mentre per quanto riguarda la corsa a punti, non ho ancora deciso”.

In gara, sempre nella mattinata di domani, anche le ragazze del quartetto: Elisa Balsamo, Martina Alzini, Chiara Consonni e Martina Fidanza. Nel pomeriggio poi si assegneranno le prime medaglie, a cominciare dallo scratch donne (sulla distanza di 10 chilometri) con Martina Fidanza che in questa specialità ha già vinto un titolo mondiale da juniores e continentale U23, lo scorso anno a Fiorenzuola. Non ci sono corridori italiani invece nelle altre due finali, quelle della Velocità Olimpica maschile e femminile. Prevista la diretta su Eurosport.

fonte: FCI, Antonio Ungaro – foto: Bettini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...