Astana Pro Team prima Maglia Rosa con Lutsenko e Martinelli.

Nella Pink Race la Trek-Segafredo in testa alla generale. Superati già i 4.000 iscritti.

Domani saranno di scena i grandi ex (Legends), insieme agli appassionati, con Ivan Basso, Stefano Garzelli, Alessandro Ballan, Claudio Chiappucci, Andrea Tafi, Stefano Allocchio e Alessandro Bertolini. Diventano sette gli sponsor dell’iniziativa con l’entrata di Segafredo. Già oltre 4.000 le iscrizioni che restano aperte sul sito www.garminvirtualride.com/it. Continua la raccolta fondi a favore della Croce Rossa Italiana su www.retedeldono.it/giro. Il dopo tappa disponibile sul sito e sui canali social del Giro d’Italia con il Direttore della Corsa Rosa Mauro Vegni, Elia Viviani e Ivan Basso.

Alexey Lutsenko dell’Astana Pro Team ha fatto segnare il miglior tempo individuale di tappa

DOWNLOAD

Milano, 18 aprile 2020 – È l’Astana Pro Team ad indossare la prima Maglia Rosa del Giro d’Italia Virtual, grazie alle prestazioni dei suoi corridori Alexey Lutsenko (44’41”, miglior tempo individuale di tappa) e Davide Martinelli che hanno realizzato il miglior tempo complessivo di 1h35’04”. Il team kazako guida la Classifica Generale con 6’46” di vantaggio sulla Nazionale italiana, che oggi ha corso con Elia Viviani e l’Under 23 Samuele Zoccarato, e 9’40” sul Team Bahrain-McLaren (Fred Wright e Grega Bole).

Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo), suo il miglior tempo individuale di tappa nella Pink Race

Nella Classifica Generale della Pink Race guida il team Trek-Segafredo (tempo complessivo di 2h10’04”) grazie alle prestazioni di Elisa Longo Borghini (1h01’02”, miglior tempo individuale di tappa) e Lizzie Deignan, davanti alle portacolori della Nazionale italiana Maria Giulia Confalonieri e Arianna Fidanza, seconde con un distacco di 4’18”. Terza la Movistar Team Women a 11’03”.

Lizzie Deignan impegnata sul finale della frazione odierna del Giro d’Italia Virtual

DICHIARAZIONI
Renato Di Rocco, Presidente della Federazione Ciclistica Italiana 
ha dichiarato: “È una grande soddisfazione constatare quanto il ciclismo sia sempre più senso di appartenenza e fonte di ispirazione. Soprattutto in un momento così complicato che tutti stiamo vivendo, carico di sfide che il ciclismo è capace di raccogliere. E lo fa in prima linea. Come l’iniziativa di un Giro d’Italia virtuale, lanciata da La Gazzetta dello Sport e RCS Sport dopo il successo della Milano-Sanremo virtuale, racchiude in sé una forte resilienza che ci contraddistingue. Dobbiamo esserne fieri. E la partecipazione della Nazionale, sia uomini anche U23, che donne, a questa iniziativa, il cui scopo benefico rende ancor più onore al nostro sport, è inoltre una forte dichiarazione del senso di appartenenza non solo alla Maglia Azzurra, ma ad una squadra ancora più ampia: quella del ciclismo. Una Squadra che è composta da atleti, addetti ai lavori e tifosi. Facciamo Squadra. Oggi più che mai. Perché solo così possiamo vincere. In attesa del Giro d’Italia che attraversi il nostro Paese per rendere omaggio alle sue meraviglie e che sarà, indiscutibilmente, il simbolo della rinascita”.

Mauro Vegni, Direttore del Giro d’Italia ha detto: “In attesa di sapere quando e come poter riportare la nostra amata corsa sulle strade italiane, abbiamo pensato che sia per i corridori che per tutti gli appassionati potesse essere interessante un Giro d’Italia Virtuale da poter pedalare da casa. Abbiamo scelto queste sette tappe che hanno aspetti tecnici misti per soddisfare le differenti caratteristiche. La tappa 10 con l’arrivo di Tortoreto, il percorso mosso della Nove Colli, il finale di San Daniele del Friuli da finisseur, gli arrivi in salita di Madonna di Campiglio e di Sestriere, con circa 1000 metri di dislivello negli ultimi 30 km per finire con i 15,7 km della cronometro di Milano (tappa completa). Un assaggio della Corsa Rosa che sarà”.  

Il Campione Europeo Elia Viviani, che ha pedalato oggi per la Nazionale Italiana ha sottolineato come: “Sicuramento l’iniziativa è ottima. In un periodo così è giusto trovare nuove vie perché il ciclismo possa dare qualcosa ai suoi fan e possa anche fare del bene attraverso le donazioni a favore della Croce Rossa che sono legate a questo Giro d’Italia virtuale. Come atleta dico anche che sono contento di partecipare. È uno sforzo importante da gestire, una vera e propria simulazione con salite vere tipo quelle della tappa che su cui ho pedalato oggi. Invito tutti a partecipare perché è un’esperienza”.

#GIROVIRTUAL

info: RCS Sport

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...