Amstel Gold Race: trionfano Marta Cavalli al femminile e Michal Kwiatkowski al maschile.

Storica prima volta di un’italiana all’Amstel. Mentre tra gli uomini il francese Cosnefroy viene dato per vincitore in volata, poi la rettifica.

L’azzurra Marta Cavalli che gareggia con la maglia del team francese FDJ / Nouvelle-Aquitaine, ha tagliato il traguardo precedendo l’olandese Demi Vollering e la tedesca Liane Lippert, al termine dei 128,5 chilometri.

E’ andata all’attacco dopo la vetta del Cauberg, a 1.700 metri dal traguardo, dopo il forcing dell’olandese Annemiek van Vleuten che non è riuscita a superare le rivali nella quarta e ultima salita di Valkenburg.

Per il secondo posto, Vollering (SD Worx) ha regolato per un soffio il forte gruppo di sei concorrenti mentre la campionessa del mondo, l’italiana Elisa Balsamo (Trek), ha conquistato l’8/o posto. “Mi sono sentita abbastanza stanca negli ultimi 15 chilometri” ha ammesso la vincitrice di giornata. “Devo ringraziare il mio direttore sportivo che mi ha incoraggiato ad attaccare quando ci siamo ritrovati in otto-nove in cima al Cauberg. Ho deciso di andare, era tutto o niente!”. “Avevo immaginato di vivere questo al momento della ricognizione del percorso, sapevo che era il momento decisivo della gara”, ha aggiunto Cavalli, campionessa italiana 2018 all’età di 20 anni.

Tra gli uomini il polacco Michal Kwiatkowski (Ineos Grenadiers) ha vinto la 56/a edizione della Amstel Gold Race, 254 chilometri con partenza da Maastricht e arrivo a Berg En Terblijt, battendo al fotofinish il francese Benoit Cosnefroy (AG2R Citroën).

Arrivati da soli sul rettilineo finale dopo aver staccato il gruppo, i due si sono sfidati in volata, dove per qualche centimetro si è imposto il polacco, già vincitore della corsa nel 2015.

Per decretare il vincitore è stato necessario ricorrere al fotofinish e ad un primo annuncio il successo è stato assegnato al francese, ma il controllo ufficiale ha ribaltato il verdetto con gran delusione di Cosnefroy, che sperava di essere il primo transalpino a trionfare nella corsa dal lontano 1981.

fonte: (ANSA).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...