Ripartita anche la Granfondo del Castello di Monteriggioni.

Dopo aver saltato il 2020 causa pandemia, domenica 17 ottobre è andata in scena la 29ma edizione della classica toscana dedicata alla mountainbike.

Testo di Leonardo Olmi, foto di Leonardo Olmi, FodtoStudio5, Tiziano De Cristoforo ed Aurora Bandinelli.

Per quasi un trentennio Monteriggioni ha rappresentato la classica d’apertura alle danze della mountainbike nel panorama toscano e nazionale. È sempre stata la gara dove si andava a provare la gamba dopo la lunga preparazione invernale, quella dove si trovava il primo sole e caldo primaverile.

Quest’anno invece, dopo la sospensione del 2020 causa Covid-19, non riusciva a trovare una collocazione in calendario e quindi è stata spostata a chiusura dello stesso, nel mese di ottobre, con condizioni di clima e temperature molto simili a quelle di marzo, ma pur sempre in una giornata baciata dal sole.

Ogni anno, infatti, nessun biker vuol perdersi l’appuntamento con la granfondo di Monteriggioni dedicata alle ruote grasse. Le ragioni sono molto semplici: uno perché il suo percorso non è troppo tecnico e adatto a tutti i livelli di preparazione; due per via dello scenario in cui si svolge, ossia il meraviglioso Castello di Monteriggioni in provincia di Siena.

Domenica 17 ottobre, è infatti andata in scenala 29ma edizione della Gran Fondo Castello di Monteriggioni, che anche quest’anno ha visto presenti alcuni tra i più grossi e importanti nomi del panorama nazionale e internazionale della mountainbike, oltre a centinaia di bikers provenienti un po’ da tutta Italia.

Francesco Casagrande

Anche per questa edizione, come fu nell’ultima del 2019, la novità consisteva nella logistica, spostata per la partenza e zona expo (compresi pasta-party a sacco e premiazioni finali) a Castellina Scalo, ossia a soli 3,5km dal Castello di Monteriggioni.

Facilitando, e non di poco, il problema dei parcheggi e della partenza dal centro storico di Monteriggioni. Lasciando invariati sia il passaggio del primo giro dal Castello, che l’arrivo nella sua bellissima piazza centrale circondata dalle mura medioevali. Una novità apprezzata da tutti i bikers presenti.

La partenza era prevista, come di consueto, per le 10 del mattino. Le previsioni meteo davano un cielo completamente sereno e temperature massime fino a 18-20°C. E così è stato, consentendo ai partecipanti di gareggiare su di un bellissimo percorso dal fondo ideale, anche se un po’ troppo “secco” e quindi smosso, ma sicuramente meglio di pioggia, fango e freddo che hanno flagellato l’edizione del 2018.

Possiamo dire che, grazie all’impeccabile organizzazione del Team Bike Pionieri, guidato da Giorgio Mazzi e Alessandro Lorenzini, quella di Monteriggioni è una manifestazione entrata di diritto nel giro dei grandi eventi italiani legati alla mountainbike.

La granfondo è stata organizzata con il patrocinio della Provincia di Siena e del Comune di Monteriggioni, che hanno collaborato in sinergia con il Team Bike Pionieri. La 29ma edizione della Granfondo del Castello di Monteriggioni era davvero affollata ed ha visto la partecipazione di oltre 700 bikers sui 1000 e più iscritti, alcuni dei quali hanno probabilmente dovuto rinunciare a causa dell’obbligatorietà di esibire il Green-Pass introdotta al venerdì precedente la gara.

I bikers partecipanti hanno dato vita ad un fiume di biciclette in uscita da Castellina Scalo per inerpicarsi sui sentieri della Montagnola Senese, attraversando anche alcuni tracciati della famosa Via Francigena. Erano previsti due percorsi, uno più impegnativo di 55km e circa 1500mt di dislivello, e l’altro più facile ed alla portata di tutti con 24km e 650mt di dislivello.

Il bello è stato che il primo giro transitava (come ormai da consuetudine) dal Castello, attraversando le sue mura in mezzo ad una grande folla di pubblico che incitava i bikers sulla micidiale ascesa al 23%, che poi vedeva anche il termine della granfondo.

Molto apprezzato da tutti e con un colpo d’occhio davvero accattivante, l’arrivo in piazza sotto la finish-line, dove a movimentare il tutto ed incitare pubblico e bikers ci ha pensato lo speaker Tiziano De Cristoforo.

Alla fine dalla manifestazione i corridori hanno potuto ritirare il loro pasta-party imbustato ed offerto dall’organizzazione del Team Bike Pionieri presso lo stand a Castellina Scalo, lo stesso dove al mattino si ritiravano i numeri, il pacco gara, si mostrava il Green-Pass e ci veniva applicato il braccialetto per accedere in griglia.

Il pacco gara comprendeva una bottiglia di vino, due borracce offerte dallo sponsor Named-Sport ed una confezione di wurstel. Il servizio fotografico, è stato realizzato dall’ormai nota agenzia FotoStudio5, molto apprezzata dagli atleti per la sua professionalità e qualità delle immagini. Mentre le riprese televisive sono state curate da MTB Granfondo e la sua squadra di professionisti, ormai specializzati da anni nel settore della mountainbike.

Una novità assoluta è stata presentata da Io-Bike che in collaborazione con SM Studio consentiva di preordinare il film della propria gara a tutti i bikers presenti in gara, con immagini esclusive catturate da più operatori disposti nei punti più belli del percorso. Lo slogan usato era questo “Non gareggiano solo i primi… I protagonisti siete voi !”.

Quindi non solo foto ma anche un nuovo format lanciato dalla partnership di Io-Bike ed SM Studio con un video ricordo della fatica durata in gara, che fa sempre piacere conservare nelle proprie schede di memoria e condividere sui social con gli amici.

La gara era la tappa di chiusura del circuito Coppa Toscana Mtb 2021 composto da nove prove e del Trek Zerowind Mtb Challenge composto da sette gare.

Questa 29ma edizione della Granfondo Castello di Monteriggioni ha visto salire sullo scalino più alto del podio Tony Longo (Soudal Lee-Cougan), davanti ad un intramontabile Francesco Casagrande (Cilci Taddei), seguito da un altro atleta della Soudal Lee-Cougan, ossia Stefano Valdrighi, quarto Franz Hofer e quinto ancora un atleta Soudal Lee-Cougan, Alexey Medvedev che aveva vinto l’ultima edizione (2019) con i colori della Cicli Taddei.

Quella di Monteriggioni è stata una gara tirata dall’inizio alla fine, dove fin dalle prime battute si è formato il quartetto dei tre compagni di squadra della Soudal Lee-Cougan che hanno fatto gioco di squadra e messo alle strette il corridore di casa Francesco Casagrande il quale, dall’alto della sua esperienza, non si è fatto intimorire nonostante le sue 51 primavere arrivando a soli 10” dal giovane Longo.  

Ed è stata proprio l’ultima rampa, quella che sale al Castello con pendenze fino al 23%, dove Longo ha preso un piccolo vantaggio che ha mantenuto fino all’arrivo in Pazza Roma. Una piazza piena di gente dove ad attendere l’arrivo dei bikers era presente anche un ricco ristoro con tanto di bevande e dolci.

La corsa in rosa ha invece fatto registrare la vittoria netta di Silvia Scipioni della Cicli Taddei, davantiSara Mazzorana (Bike Therapy), protagonista dell’annata sia nella Mtb che nelle GF su strada, mentre terza è giunta la vicecampionessa italiana Debora Piana (Team Cingolani) a 6’40”.


In conclusione, dobbiamo dire che quella del 17 ottobre è stata una domenica eccezionale per il mondo della mountainbike, dove era presente un parterre d’eccezione e di altissimo livello. Infatti, dobbiamo ricordare che in gara c’era anche l’altoatesino Franz Hofer, un vecchio amico della granfondo toscana, giunto quarto sul podio.

Chi vi scrive, essendo stato ospite dell’organizzazione in qualità di giornalista e narratore partecipante a questo evento in prima persona, essendo partito a fianco dei big ed avendo fatto il percorso lungo, ci tiene a sottolineare che quella di Monteriggioni è una gara adatta a tutti i livelli tecnici di preparazione, in quanto non ci sono discese “troppo” tecniche e allo stesso tempo ripide, anche se dal fondo sassoso e smosso.

D’altronde siamo in mountainbike e quindi delle difficoltà è ovvio che vi siano. Ma per intenderci, non ci sono discese brutte ad oltre 12-15 % di pendenza, che purtroppo si trovano in altre granfondo, tipo Hero Südtirol ad esempio.

Io ho utilizzato una Epic S-Works full della Specialized con reggisella telescopico, preparata da Cicli Taddei, con la quale mi sono trovato benissimo, anzi devo dire che da stradista mi sono veramente divertito alla Granfondo Castello Monteriggioni e cercherò di tornarci anche il prossimo anno. È quindi scontato che consigli anche a tutti gli amici stradisti che posseggono una mountainbike, anche una semplice front, di parteciparvi.

Vi ricordo ancora che il servizio fotografico ufficiale della gara è stato realizzato dalla nota agenzia FotoStudio5. Tutti i partecipanti alla granfondo, possono acquistare le loro foto tramite l’efficientissimo sito, che già fin dalla domenica sera seguente la gara ha reso disponibile il pacchetto comprendente stupende immagini scattate da esperti fotografi nei punti più strategici del percorso. Novità assoluta di FotoStudio5 è stata quella di collegarsi al sito getpica.com che attraverso il Pica Code (sia a barre che numero) vi consente, inserendo il codice, di trovare immediatamente le vostre foto, scaricarle e condividerle con i vostri amici.

Mentre per il video personalizzato prodotto da Io-Bike ed SM Studio dovete utilizzare i seguenti contatti: e-mail sm.videoestreaming@gmail.com – cell. 329-579.4198

Ascolta l’intervista a Francesco Casagrande (Cicli Taddei), 2° classificato

Servizio Fotografico by FotoStudio5

/

Per acquistare e scaricare le foto vai su GetPica.com

Video Personalizzato realizzato da:

Io-Bike in collaborazione con SM Studio

Granfondo del Castello – Monteriggioni (Team Bike Pionieri)

Classifiche SMS sport (Winning Time)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...