Amstel Gold Race: Wout Van Aert vince al fotofinish per 4 millesimi di secondo su Tom Pidcock.

Wout Van Aert è il vincitore dell’edizione 2021 della Amstel Gold Race. Il belga della Jumbo-Visma conquista il successo dopo una lunga analisi al fotofinish: battuto di pochissimi millimetri Thomas Pidcock (Ineos Grenadiers), che pochi giorni fa lo aveva superato sempre d’un soffio alla Freccia del Brabante. Terzo il tedesco Schachmann (Bora-Hansgrohe). Italiani in sordina, il migliore è Kristian Sbaragli (Alpecin-Fenix), settimo al traguardo.

Una gara da 281,6 chilometri risolta da una manciata di millimetri di differenza all’arrivo. Solo dopo una lunga, lunghissima analisi al fotofinish l’edizione 2021 della Amstel Gold Race trova un vincitore ufficiale, con i giudici che certificano il successo di Wout Van Aert su Thomas Pidcock, un ordine d’arrivo inverso rispetto a quello di mercoledì alla Freccia del Brabante, dove il britannico della Ineos Grenadiers aveva sconfitto il belga della Jumbo-Visma. I due arrivano a giocarsi la vittoria grazie a un’azione promossa proprio da Van Aert, all’inizio dell’ultimo dei tredici giri di quest’anomala Amstel Gold Race, blindata al pubblico causa Covid: assieme a loro entra nell’azione giusta anche Maximilian Schachmann ma il tedesco della Bora-Hansgrohe, il meno veloce del terzetto, non riesce a sorprendere i due compagni di fuga nonostante un disperato tentativo al cartello dei 2 chilometri all’arrivo.

Al traguardo Van Aert e Pidcock arrivano letteralmente appaiati: il belga vuole festeggiare subito, ma i giudici preferiscono guardare e riguardare il fotofinish. Ci vogliono quasi dieci minuti per ufficializzare la vittoria, che va al corridore della Jumbo-Visma per pochi millimetri. Dietro a Van Aert, Pidcock e Schachmann si piazzano gli atleti del gruppo degli inseguitori, arrivato a soli due secondi dal vincitore: al quarto posto c’è Michael Matthews (Bike Exchange), che anticipa altri due big come Alejandro Valverde (Movistar) e Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step). Piuttosto incolore la prova degli italiani: Sonny Colbrelli è il più attivo a livello di attacchi ma il corridore della Bahrain Victorious non si inserisce mai nell’azione giusta, e il primo azzurro è così il sorprendente Kristian Sbaragli (Alpecin-Fenix), che chiude al settimo posto. La Amstel Gold Race è dunque in archivio ma la settimana delle Ardenne è appena cominciata: mercoledì 21 aprile si correrà la Freccia Vallone, mentre domenica 25 sarà la volta della Liegi-Bastogne-Liegi.

fonte: Sport Mediaset

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...